Prosciutto crudo! Domande e risposte

Il prosciutto crudo fa ingrassare? Settembre non è solo il mese in cui i buoni propositi si rifanno vivi (palestra? dieta?!) ma è anche il periodo in cui una delle nostre eccellenze italiane viene celebrato con diverse feste: auguri prosciutto crudo di Parma, sappi che ti amiamo!

Proprio in questi giorni si è svolto il Festival del Prosciutto di Parma, iniziativa nata per celebrare questa eccellenza agroalimentare attraverso iniziative che vengono svolte sul territorio emiliano. Noi, che proprio da qui vi scriviamo, vorremmo fornirvi una serie di informazioni per aiutarvi a scoprire uno dei salumi più apprezzati in Italia che ha una grande importanza per la nostra alimentazione.

Come nasce?

Questo salume stagionato non insaccato si ottiene selezionando le cosce di maiale e lavorandole in modo quasi del tutto manuale, con massaggi a base di sale per farle disidratare.

Il riposo, il tempo e la stagionatura (8 – 24 mesi) consentono alle cosce di acquistare una nuova composizione nutrizionale e il giusto grado di morbidezza, grazie al processo di sugnatura.

Il prosciutto crudo fa ingrassare?

Non scherziamo, ve lo dice chi spesso mangia prosciutto crudo a colazione. Il crudo è ricco di proteine, quindi particolarmente indicato per chi fa sport, e di amminoacidi ramificati. Ha una bassa concentrazione di sodio ma contiene vitamine, potassio e fosforo.

Oltre a zinco, potassio, sali minerali e ferro. Quindi è perfetto quando le nostre difese immunitarie sono ridotte e va benissimo anche in una dieta equilibrata.

E il prosciutto crudo in allattamento?

Contrariamente a quanto si pensa (contrazione della toxoplasmosi?) il crudo stagionato almeno 16 mesi può essere mangiato senza problemi dalle donne in gravidanza. Questo perché l’eventuale agente toxoplasmotico viene del tutto inattivato proprio durante il processo di stagionatura.

Stesso discorso anche per l’allattamento, dato che questo salume è così ricco di proteine e non sovraccarica l’apparato digerente.

Prosciutto crudo a che età?

Insomma, questo alimento tipico italiano ha delle peculiari caratteristiche nutrizionali che lo rendono ottimo per chi è in gravidanza, per chi soffre di gastrite, per chi è in dieta, per chi fa sport.

Inoltre è versatile in cucina (lo abbiamo già fatto, ma presto scriveremo ancora di ricette con prosciutto crudo!) e ha un ottimo apporto nutritivo.

Quindi a che età è consigliato? Dallo svezzamento fino a per sempre!

Ah, dimenticavamo: che il prosciutto crudo è buonissimo lo abbiamo già detto?!