Come conservare il Prosciutto Crudo di Parma

Vi siete mai chiesti come si conserva il Prosciutto Crudo di Parma?

Queste domande spesso le ignoriamo nel momento in cui acquistiamo Prosciutto Crudo di Parma, che sia intero e disossato o che sia a tranci sottovuoto, o anche tagliato in vaschetta, poi ci ritroviamo a inventarci strategie sul momento per conservarlo, perseguendo nell’ignorare i metodi che permettono a questo Re di avere una permanenza più longeva.

Partiamo dunque con il dire che saper conservare il Prosciutto crudo di Parma è una questione molto importante per godere di tutto il suo sapore senza rovinarlo, essendo che il tempo della sua stagionatura è molto lungo, sarebbe veramente da folli rovinare questa pietanza importante.

Il Prosciutto Crudo di Parma si esprime al meglio in termini di gusto e di perfezione della consistenza se viene affettato sul momento e le fette devono essere sottili e disposte nel piatto dando movimento alla fetta.
La temperatura del Prosciutto crudo di Parma deve essere di 4°C/5°C ( pari a quella del frigorifero) al momento del taglio, per poi essere servito a temperatura ambiente, 18°C/20°C.

Evitate di posizionarlo vicino a fonti di calore e assicuratevi che sia in frigorifero se si intende intero disossato o porzionato sottovuoto, mentre quello intero con osso in cantina.

Il grasso agisce come protettore della carne e quindi, quando si taglia, non va rimossa più del necessario.
Grazie al grasso, il prosciutto sarà più protetto.

Come conservare il Prosciutto Crudo di Parma iniziato allora?

Tutto quello che dovete fare è coprire il Prosciutto Crudo di Parma con un panno pulito di cotone asciutto e, una volta mangiato di nuovo, rimuovete prima la parte che si è asciugata.

Questo Prosciutto Crudo di Parma secco può essere utilizzato per cucinare e preparare alcuni piatti.

Un Prosciutto Crudo di Parma intero disossato o a tranci, conservato in frigorifero in confezione sottovuoto intatta dura almeno 6 mesi.
Nel momento in cui si toglie il sottovuoto  si continua a conservarlo in frigorifero in  un panno pulito di cotone asciutto con la parte da cui si affetta ricoperta di pellicola, si mantiene eccellente per almeno qualche settimana senza perdere le sue caratteristiche di gusto.

Le differenze nel conservare il Prosciutto Crudo di Parma affettato o intero sono sostanziali.

Anche affettato dopo 1/2 giorni si può comunque mangiare, perché la presenza di sale lo rende comunque sano dal punto di vista igienico-alimentare, ma non ci possiamo certo aspettare la freschezza che ha appena affettato.

Queste informazioni sono il risultato delle prove eseguite dai laboratori di analisi che hanno testato la durata del prodotto, su incarico del Consorzio del Prosciutto Crudo di Parma che si occupa di promuovere, valorizzare e tutelare il Prosciutto Crudo di Parma in Italia e nel mondo.

Detto questo, ora che sapete come conservare il Prosciutto Crudo di Parma e gli altri affettati della famiglia del Crudo, non vi resta solo che acquistarlo sul nostro sito e degustare uno dei sapori più buoni e famosi al mondo.