Quando la Pasqua non si ferma e la tradizione sopravvive.

Che strano…
Si, è tutto così strano…
Strano ma calmo, lieve, e soleggiato.
Il silenzio è assordante nelle strade di una città che veste il ruolo di vice di una piccola Parigi, mentre la provincia e le sue colline si risvegliano di colori ma nel totale cinguettio di una primavera arrivata solitaria.

Bellissimo il paesaggio se solo potessimo goderlo personalmente, passeggiando tra borghi del centro e tra i sentieri di piccoli paesi carichi di fiori che nessuno potrà cogliere.
Detto questo ci sarà la natura a vivere i luoghi per noi, deserti ma pieni di vita allo stesso tempo, una vita che ci circonda nel silenzio e con la voce lieve di alberi scossi dal vento.

Vero!
Non possiamo vederlo, ma possiamo immaginarlo e saperlo che è così, poiché conosciamo bene il nostro territorio e sappiamo quanto sia meraviglioso appartenere a queste radici, a questo quadro dipinto da tempo e che continua a stupire gli occhi di turisti e riempire il nostro cuore di meraviglia e orgoglio.

Si avvicina la Pasqua e noi ci siamo, come ogni anno siamo qui a impegnarci per rendere il tutto molto più poetico, tradizionale e vivo.
Ogni sogno di poter vivere le nostre radici e il nostro territorio, noi, vogliamo trasformarlo in realtà, vogliamo farvelo vivere con i profumi genuini dei nostri prodotti e con la concretezza di condividere il buono e il sano con i parenti, in questi giorni di quarantena.

La provincia non è mai stata così vivo per quanto sola con se stessa, e noi, noi crediamo vivamente che in un periodo simile, tutto ciò che sboccia sia una rinascita meravigliosa.
Dopo questo periodo tutti saremo diversi, maturi, cambiati..
La Pasqua ci accompagna in questo processo di rinascita e saremo tutti più attenti, tutti più forti e tutti più umili.

La nostra attività non si ferma, continuiamo a produrre per potervi permettere di godere di una pasqua che rimanga legata alle nostre tradizioni, nel sentirci isolati e soli potremmo trascorrere giorni di forte speranza mantenendo ciò che dentro il cuore abbiamo sempre avuto, solo in modo più grande e più vivo, diamo valore immenso a questi giorni poiché con essi rinasciamo noi come persone, pensiero e umanità.

Pensiamo al giorno di Pasqua insieme alla nostra famiglia o i nostri amici.
E’ vero, magari non tutti avranno la fortuna di passare questa ricorrenza con qualcuno, ma nell’era tecnologica pensiamo sempre che nessuno sia mai così lontano veramente.
Possiamo condividere pensieri e parole con le video chiamate e pranzare con i nostri amici tramite qualche social in video.

Sarà romantico e vivo, diversamente da una situazione normale, sarà comunque bello condividere un buon bicchiere di vino con amici lontani e preparare un buon piatto di cappelletti in brodo con un buon Parmigiano Reggiano filante mentre a 900 km di distanza avremo nonne e zie a tenerci compagnia tramite uno schermo.
Possiamo anche fare arrivare il pensiero del nostro affetto, grazie a un cesto pasquale; regalare la tradizione a chi per Pasqua non potrà essere con noi..

Avere i bimbi che salutano i cugini tramite video, mentre le mamme pensano ad affettare il Prosciutto Crudo di Parma per il pranzo, il papà, in video con il fratello, taglierà scaglie di Parmigiano Reggiano da mettere in tavola e così via…

Insomma tutto diverso, più tecnologico ma non per questo meno sacro, meno importante, meno vivo.
Il pensiero sta anche nel far arrivare ai nostri parenti un biglietto di auguri dal nome tradizione.
Condividere lo stesso Cesto Pasquale, le stesse Punte di Parmigiano Reggiano, lo stesso vino e gli stessi salumi.

Siamo maturati perché non abbiamo pretese, solo la grande voglia di far rinascere la nostra tradizione in modo diverso, in modo persistente, in modo che nessun pericolo, nessun ostacolo e nessuna distanza, possa farla svanire.

Il Parmigiano Reggiano, Il suo sapore e il suo profumo continueranno a bandire le tavole anche a distanza, a unire le persone.
I Cesti Regalo Pasquali avranno un valore diverso, più vivo, più stretto al cuore, daremo importanza maggiore a ogni fetta di prosciutto che gusteremo, a ogni sorso di vino dato e a ogni momento che ci sarà concesso di portare avanti la nostra vita ricalcolata, in tempi così duri.

Da dietro le quinte noi lavoriamo per potervi permettere di non perdere mai tutto questo e ci impegniamo per poter creare nuovi modi di condivisione, nuovi sapori, nuovi cesti, nuovi prodotti e  tante piccole nuove storie che racconterete ai più piccoli quando tutto questo sarà passato.

Auguriamo a tutti voi una buona Pasqua facendovi pensare a quanto la lontananza non ci ha mai reso così vicini come ora.
Noi ci siamo e vi aspettiamo per nuove avventure, nuovi sapori, nuovi sorrisi e nuovi abbracci.